a
a
HomeEditorialiForse serve una nuova Cassa per il Mezzogiorno invece che il reddito di cittadinanza

Forse serve una nuova Cassa per il Mezzogiorno invece che il reddito di cittadinanza

La Cassa per il Mezzogiorno, Cassa per opere straordinarie di pubblico interesse nell’Italia Meridionale, (abbreviata Casmez) era un ente pubblico italiano creato dal Governo De Gasperi, per finanziare iniziative industriali tese allo sviluppo economico del meridione d’italia, allo scopo di colmare il divario con l’Italia settentrionale. Il finanziamento del piano fu stabilito in 100 miliardi di lire all’anno per i dieci esercizi dal 1951 al 1960: in complesso mille miliardi di lire, subito aumentati nel 1952 a 1.280 miliardi da utilizzare nel dodicennio 1951-1962I risultati furono: 16 000 chilometri di collegamenti stradali, 23 000 chilometri di acquedotti, 40 000 chilometri di reti elettriche, 1600 scuole, 160 ospedali.

Poi la politica decise di occupare in maniera pesante e questo comportò un degrado e una bassa qualità della spesa.

Non cambia il fatto che per anni creo’ sviluppo e occupazione. Ecco perche’ oggi bisognerebbe guardare ad un piano straordinario per fare ripartire le opere pubbliche invece che creare assistenzialismo fine a se stesso.

Allora ci poniamo una questione fondamentale, non è forse giunto il momento di pensare a quel modello, invece che inventarsi redditi assistenziali? Gli imprenditori lo hanno chiesto ieri a gran voce a Torino. Il Governo mediti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: