a
a
HomeNewsEquitalia: riprendere lotta per chiuderla. Confedercontribuenti; Stato istiga all’usura e induce alla povertà

Equitalia: riprendere lotta per chiuderla. Confedercontribuenti; Stato istiga all’usura e induce alla povertà

Non ci sono dubbi che si tratta di istigazione a ricorrere all’usura. Imprese e famiglie per salvare azienda, casa, stipendio o pensione, si indebitano fino a rivolgersi agli usurai, per pagare a “tassi d’usura” Equitalia. Perche’ se non paghi Equitalia, la società dello Stato ti blocca tutto e ti mette in vendita i beni dei tuoi figli. Equitalia non distingue  se non si vuole pagare o non si puo’ pagare. Bisogna fermare questa illegalità di Stato. Il Presidente di Confedercontribuenti, Carmelo Finocchiaro e chiaro nel denunciare questa situazione voluta dallo Stato, da forze occulte, dai poteri forti e dalla peggiore politica che ha Governato l’Italia negli ultimi vent’anni.  Equitalia e’ lo strumento scelto per vessare i suoi cittadini onesti e capace di controllarci come non sarebbe mai avvenuto nella Russia di Stalin e nella Germania di Hitler. Peccato che i contribuenti controllati sono coloro che invece che evadere, hanno presentato una regolare dichiarazione dei redditi o un adempimento INPS o relativo ad un tributo locale o nazionale e non hanno potuto pagare.  Noi non rappresentiamo cittadini e imprenditori che vanno in Ferrari, dice Finocchiaro, ma cittadini onesti che non hanno potuto pagare. E’ chiaro a tutti che Equitalia ha fallito nel recuperare i soldi dei disonesti e della casta, aggiunge Finocchiaro. E’ stata capace solo di colpire solo chi lavora e produce.  I dati forniti dalla stessa società di riscossione dimostrano il fallimento della sua azione nel recuperare somme iscritte  a ruolo nei confronti degli evasori e dei mafiosi che dovrebbero pagare alla società collegata, Equitalia giustizia.  Equitalia  sà premiare  i suoi dipendenti se “vessano” di piu’ i contribuenti onesti. Piu’ misure cautelari iscrivi piu’ premi di produttività gli concede. Il risultato è che mezza Italia è pignorata. Complici delle banche nellla non concessione di mutui e prestiti.  Noi non ci stiamo. Stiamo preparando un’azione forte e decisa perchè la magistratura acccerti il reato di istigazione all’usura e di induzione alla povertà. Intanto le case degli italiani in vendita all’asta da parte di Equitalia li comprano la mafia e gli usurai. L’altro fenomeno, che certifica l’istigazione, e proprio dettata dal drammatico fatto che tanti contribuenti ricorrono proprio agli usurai per non farsela vendere o per evitare i pignoramenti dei crediti o dello stipendio o pensione.  Questa è l’Italia di Equitalia. Contro la costituzione e lo Stato di diritto. Il Mondo ci aiuti. Noi non ci arrendiamo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: