Type to search

Tecnologia e innovazione per la trasformazione digitale: Gioin riparte dal Food

Share

L’ultimo anno ha visto cambiamenti epocali in tutti gli ambiti produttivi, con un’accelerazione della trasformazione digitale: tecnologia e innovazione saranno fondamentali per le aziende per essere protagoniste nel mondo post-pandemia. Per accompagnarle in questo delicato momento e creare un ponte con l’ecosistema delle startup, Digital Magics annuncia la sesta edizione del ciclo di appuntamenti GIOIN, organizzata in collaborazione con Gruppo 24 ORE.

Lanciato nel 2016, GIOIN (Gasperini Italian Open Innovation Network) propone una serie di eventi per fornire strumenti, supporto e suggestioni per affrontare i nuovi cambi di paradigma e avvicinare le imprese italiane all’ecosistema dei talenti e delle startup innovative.

GIOIN è focalizzato sulla condivisione di esperienze concrete e di “case history”: in ogni incontro oltre a discutere di innovazione, grazie al contributo di studi e ricerche, sono coinvolti imprenditori e startupper che stanno mettendo in pratica il paradigma dell’Open Innovation nei loro settori.

L’edizione 2021 si terrà online e prevede 6 appuntamenti, da marzo a novembre, dedicati a specifici settori: FoodTech e WineTech, Artificial Intelligence, Sustainability & Circular Economy, FashionTech, HealthTech, 5G/IOT Innovation. A questi si aggiunge un evento ecumenico a giugno, l’Open Innovation Summit, che riunirà i protagonisti dell’ecosistema dell’innovazione: istituzioni, associazioni, aziende, università e startup.

«L’ultimo anno ha ricordato a tutti l’importanza di sapersi adattare, di essere aperti e pronti all’innovazione continua, nonché del ruolo fondamentale della tecnologia. Tutte caratteristiche da sempre proprie delle startup – ha affermato Layla Pavone, Consigliera Delegata e Chief Innovation Marketing & Communication Officer di Digital Magics -. Come Digital Magics crediamo fortemente che le aziende tradizionali possano beneficiare delle competenze e delle idee innovative delle startup e che le startup possano trarre vantaggio dall’esperienza delle aziende più tradizionali o già avviate. Con gli eventi GIOIN vogliamo mettere in connessione questi due mondi per favorire la nascita di nuove sinergie e allo stesso tempo offrire a tutti i partecipanti spunti di riflessione sull’innovazione tecnologica in alcuni settori chiave per l’economia italiana».

Partner tecnici dell’iniziativa sono Talent Garden, comunità fisica che offre ai talenti del digitale spazi di coworking, formazione per accrescere le proprie competenze ed eventi per connettersi e ispirarsi, e DOL, boutique della comunicazione e del marketing.

La serie di eventi parte giovedì 25 marzo con il focus su FoodTech e WineTech. Un mercato da oOltre 65 miliardi di euro di investimenti dal 2010 a oggi, con un tasso di crescita annuale del 42% negli ultimi cinque anni, investimenti record per circa 17 miliardi nel 2020 nonostante la pandemia e circa 5.300 realtà attive tra startup, acceleratori, incubatori, investitori e imprese: è questa la fotografia scattata dal “The State of Global Foodtech Report” al settore alimentare internazionale.

Il rapporto realizzato da Talent Garden, piattaforma italiana per la formazione e l’innovazione, e Forward Fooding, prima piattaforma collaborativa al mondo dedicata all’industria agroalimentare, sembra infatti spazzare via qualsiasi dubbio sui margini di integrazione tra la tradizione agroalimentare e l’innovazione digitale.

La crescita del settore è accompagnata anche da una crescente percezione dell’importanza dell’innovazione nell’ambito agroalimentare da parte della popolazione: secondo una recente survey Nomisma-Agrifood Monitor realizzata in partnership con Crif, a fronte di un futuro condizionato dai cambiamenti climatici e dalla necessità di attività produttive più sostenibili, il 54% dei consumatori italiani reputa necessario un cambio di rotta per l’agricoltura, con investimenti che permettano di affrontare la doppia sfida della competitività e della sostenibilità.

Ciò si traduce non solo in un incremento di redditività per l’agricoltore, ma anche in un minor impatto ambientale, grazie all’uso di agrofarmaci, fertilizzanti e acqua in base alle reali necessità delle piante coltivate. Queste tematiche saranno al centro del primo appuntamento del ciclo GIOIN 2021, che sarà dedicato a FoodTech e WineTech e vedrà la presentazione di ricerche e la partecipazione di rappresentanti delle aziende e di alcune delle startup più interessanti del settore agroalimentare.

fonte: ilsole24ore


Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *