a
a
HomeAgi InnovazioneSemaforo verde per monopattini e hoverboard. Ecco come potranno circolare

Semaforo verde per monopattini e hoverboard. Ecco come potranno circolare

Da quest’estate sarà possibile circolare per le strade con monopattini elettrici e hoverboard. Semaforo verde anche per i ‘cugini’ meno noti, segway e monowheel. Lo fa sapere via Facebook il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, che ha siglato “definitivamente” il decreto Micromobilità.

“Si tratta di un importante passo in avanti verso una mobilità veramente green – ha commentato – e verso un concetto di trasporto cittadino intermodale che permetta a chiunque di scegliere anche mezzi sostenibili alternativi per spostarsi sul tragitto casa-scuola-lavoro”.

La sperimentazione, ha spiegato ancora, “serve proprio per testare la fruibilità e l’utilizzo in ambito urbano di questi mezzi, garantendo la massima sicurezza di tutti gli utenti della strada”.

Poi ha concluso: “Spero che il maggior numero possibile di sindaci colga questa occasione e proietti la propria città nel futuro, aiutandola nella conversione verso una mobilità dolce e a zero impatto ambientale, di cui c’è grande bisogno”.

Chi potrà guidarli e come

Questi mezzi di trasporto alternativi potranno essere guidati solo da maggiorenni o da minorenni con patente categoria AM. Tutti e 4 i veicoli dovranno essere dotati di segnalatore acustico e da motore elettrico con potenza nominale massima non superiore a 500 watt.

Da mezz’ora dopo il tramonto, durante la notte e di giorno, quando le condizioni atmosferiche richiedano l’illuminazione, i mezzi sprovvisti di luce bianca o gialla fissa e posteriormente di catarifrangenti rossi o di luce rossa fissa, non potranno essere utilizzati ma solo condotti o trasportati a mano.

Per i conducenti c’è l’obbligo di giubbotto o bretelle retroriflettenti ad alta visibilità di sera e notte. Per tutti è vietato il trasporto di passeggeri e la dotazione di una seduta. 

Dove potranno circolare

Monowheel e hoverboard sono ammessi solo nelle aree pedonali e a velocità inferiori a 6 km/h. Nelle aree pedonali potranno circolare anche i segway e i monopattini ma sempre entro i 6 km/h. 

Segway e monopattini saranno ammessi anche su percorsi pedonali e ciclabili, piste ciclabili in sede propria e zone 30 e strade con limite di velocità di 30 km/h, a velocità non superiore a 20 km/h. Tutti i mezzi devono essere dotati di regolatore di velocità configurabile in funzione dei limiti di velocità previsti.

Le regole da seguire

Come ricorda il sito specializzato Vai elettrico, i comuni che intendano avviare la sperimentazione della micromobilità devono prevedere una “campagna di informazione in corrispondenza di infrastrutture di trasporto, ricadenti nel proprio centro abitato, destinate allo scambio modale quali porti, aeroporti, stazioni ferroviarie, autostazioni”.

Sparisce l’obbligo di segnaletica specifica di ogni area adibita alla sperimentazione, ma in corrispondenza dell’inizio del centro abitato i Comuni installeranno il segnale sperimentale che indica le zone in cui possono circolare i mezzi.

I Comuni che autorizzeranno servizi di noleggio in condivisione devono definire aree per la sosta, in particolare nei punti di scambio più elevato, evitando l’intralcio di marciapiedi e aree pedonali, e introdurre l’obbliga di coperture assicurative.

Vedi: Semaforo verde per monopattini e hoverboard. Ecco come potranno circolare
Fonte: innovazione agi

Post Tags
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: