Type to search

Le voci degli alberi: l’app per ascoltare i poeti nei viali di Milano

Avatar
Share

Di Vittorio Sangiorgi (Direttore del Quotidiano dei Contribuenti)


Ascoltare le voci dei grandi poeti, italiani e non, passeggiando tra i viali alberati di Milano? Da oggi è possibile, grazie ad una innovativa ed affascinante applicazione che si chiama, appunto, “Le voci degli alberi”.

Ideatrice del progetto è l’artista Giovanna Iorio, già nota per aver creato la “Poetry Sound Library”, ovvero la più grande ed importante biblioteca in versi presente sulla rete. L’applicazione – già presente da tempo nel Regno Unito, in Irlanda, in Francia, in Nuova Zelanda, in Groenlandia e nelle città di Roma, Bologna e Ravenna – arriva dunque anche nel capoluogo lombardo, permettendo un’esperienza del tutto nuova, che fa della città un vero e proprio museo a cielo aperto.

Ma come funziona “Le voci degli alberi”? Subito dopo l’istallazione sul proprio cellulare viene visualizzata una mappa, che mostra i percorsi nel verde e le installazioni sonore che saranno lì ascoltate. Ad esempio presso la quercia rossa di Piazza XXIV Maggio sarà possibile sentire la voce ed i versi di Eugenio Montale, in corrispondenza dei giardini di Via Palestro, invece, risuonerà l’ermetismo di Giuseppe Ungaretti. Un prodigio della tecnologia, reso possibile dalla geolocalizzazione, che “accende” le voci dei poeti.

Giovanna Iorio ha spiegato, in questo contributo per Agi, lo spirito del progetto da lei ideato: “Con tutti i divieti che ci sono camminare nei parchi e trovare la voce dei poeti è anche un modo per vincere la solitudine dei prossimi mesi in un inverno che si preannuncia duro. Ed è un modo delicato di unire ecologia e letteratura, voce e natura. Queste installazioni sono come delle biblioteche, voci sparse nei parchi e accanto ad alberi monumentali o in luoghi simbolici. Un cellulare con degli auricolari è tutto ciò che serve”.

Una bella iniziativa, che, ce lo auguriamo, si diffonderà prossimamente anche in altre città italiane e che, magari, avvicinerà i più giovani al meraviglioso mondo della poesia e della letteratura.

Tags: