Type to search

Tags: , ,

La Cina alla conquista di Marte: lo scontro con gli USA arriva anche nello spazio?

Avatar
Share

Di Vittorio Sangiorgi (Direttore del Quotidiano dei Contribuenti)


La Cina ha dato il via, nei giorni, scorsi alla prima missione esplorativa su Marte. Lo scorso 23 luglio, infatti, è partita l’operazione Tianwen-1 (“domande al cielo”), che si compone di una sonda ed un satellite orbitale, i quali raggiungeranno il campo gravitazionale del pianeta rosso tra circa 7 mesi.

Dopo l’atterraggio su Marte la sonda lavorerà per un periodo di 90 giorni, allo scopo di raccogliere informazioni di carattere scientifico, da impiegare come base per future ricerche. Verranno studiati il suolo, l’atmosfera e il campo magnetico. La missione Tianwen – 1 è la prima interamente organizzata e finanziata dalla Cina che, negli anni scorsi, aveva già tentato l’esplorazione di Marte. Nel 2011, infatti, lo stato asiatico aveva lanciato un suo satellite orbitale nell’ambito di una missione russa, che era però fallita dopo il lancio dal Kazakistan. Vedremo, dunque, se nel febbraio del 2021, riuscirà a far atterrare la sua sonda spaziale, cosa che – fino a questo momento – è riuscita solo agli Stati Uniti che, dal 1976 ad oggi, hanno effettuato otto atterraggi su Marte.

Questo deciso passo in avanti della Cina nell’esplorazione spaziale si inserisce, ovviamente, nello scontro geopolitico che, negli ultimi mesi, l’ha seriamente opposta agli USA. Un vero e proprio muro contro muro, quello tra le due super potenze, che si esprime su fari fronti. Sul terreno istituzionale con gli attacchi, portati avanti soprattutto da Donald Trump e Mike Pompeo, sulla diffusione del Coronavirus, sulla delicata vicenda Hong Kong e sull’autoritarismo del governo cinese e su quello diplomatico con l’abbandono delle ambasciate di Houston e Chengdu. Senza dimenticare, poi, il fronte legato ad internet, con il duro confronto sul 5G e con la “crociata” a stelle e strisce contro Tik Tok, l’applicazione cinese amatissima dai più giovani. La domanda, dunque, sorge spontanea…Anche lo spazio diventerà terreno di scontro di questa “moderna guerra fredda”?

Tags:

You Might also Like