Type to search

Il Sicilia Queer filmfest rilancia e raddoppia

Share

L’undicesima edizione si svolgerà tra il Cinema De Seta e gli spazi dei Cantieri Culturali alla Zisa di Palermo dal 3 al 6 giugno e dall’8 al 12 settembre

fonte: ufficio stampa Sicilia Queer 2021

Si svolgerà in due tempi, dal 3 al 6 giugno e dall’8 al 12 settembre, l’undicesima edizione del Sicilia Queer filmfest, che con spirito di resistenza e contro ogni assuefazione all’abbandono dei luoghi culturali offrirà una proposta ancora più articolata, proseguendo il suo lavoro di esplorazione degli immaginari radicali e alternativi del cinema contemporaneo.
Nella sua prima parte il Festival presenterà un workshop con il regista palestinese Kamal Aljafari; la retrospettiva integrale dei film di Carlos Conceição, uno dei talenti più significativi del nuovo cinema portoghese; le sezioni di storia del cinema Carte postale à Serge Daney e Retrovie italiane, oltre a una prima proposta dei film di Panorama Queer.
La seconda, invece, sarà dedicata alle sezioni competitive del Festival, ovvero le NUOVE VISIONI, concorso Internazionale di lungometraggi, e il QUEER SHORT, concorso Internazionale di cortometraggi, nonché alle altre sezioni non competitive che caratterizzano la consueta programmazione. (L’iscrizione ai due concorsi è prorogata al 30 aprile, ed è disponibile sulla piattaforma: filmfreeway.com/siciliaqueerfilmfest/).
Tutte le proiezioni avverranno tra il Cinema De Seta e gli spazi dei Cantieri Culturali alla Zisa di Palermo, nel rispetto delle normative anti-covid vigenti in quel periodo.
La sezione Nuove Lezioni Siciliane proporrà il workshop con il regista palestinese Kamal Aljafari, che coinvolgerà dodici studenti provenienti da tutta Europa per una settimana di seminario intensivo con uno degli autori più poetici del cinema contemporaneo, premiato in tutto il mondo. Alle attività seminariali si affiancheranno proiezioni e incontri – in dialogo con critici e studiosi di cinema – aperti al pubblico, che culmineranno all’interno del festival. Il workshop, in collaborazione con l’Institut français Palermo e con il Goethe-Institut Palermo, si svolgerà a Palermo dal 29 maggio al 5 giugno 2021. (Il bando per le candidature è disponibile fino al 30 aprile sul sito del Sicilia Queer: www.siciliaqueerfilmfest.it)
La sezione Presenze vedrà protagonista Carlos Conceição, uno dei talenti più significativi del nuovo cinema portoghese. Artista poliedrico e visionario, attore, regista, sceneggiatore, montatore, direttore della fotografia, e produttore capace di esplorare le ossessioni, le ironie e le profondità del desiderio (tra storia e invenzione) indagando generi e linguaggi diversi, i suoi film sono stati presentati a Cannes, Berlino, Venezia e nei principali festival indipendenti di tutto il mondo. Con il suo primo lungometraggio Serpentario, presentato al festival di Berlino nel 2019, ha vinto la nona edizione del Sicilia Queer filmfest. Il regista sarà a Palermo per dialogare con il pubblico in sala insieme a critici e altri ospiti internazionali. Nel corso degli anni la sezione ha presentato i lavori di Vincent Dieutre, Paul Vecchiali, Alain Guiraudie, Melvil Poupaud, Lionel Baier, Gabriel Abrantes, Jacques Nolot, Marie Losier.
Il Sicilia Queer, nel frattempo, insieme al coordinamento dei festival LGBTQ lancia TAGLIO LUNGO, la rassegna che presenta i migliori film del 2020 a tematica LGBTQ, che dall’1 al 4 aprile 2021 sarà disponibile su Mymovies.it (mymovies.it/ondemand/taglio-lungo/).
Inoltre, in collaborazione con la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, nel mese di giugno curerà una sezione del festival milanese We Women.

 


Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *