fbpx
a
a
HomeAnatocismo e usura bancariaIl ricatto delle Banche, la politica silente. Confedercontribuenti, non servono macchiette ma un fronte autorevole che dica basta

Il ricatto delle Banche, la politica silente. Confedercontribuenti, non servono macchiette ma un fronte autorevole che dica basta

Un sistema bancario, che continua a fare cio’ che vuole, che tenta di espropriare gli italiani dei propri immobili, che non cerca insieme al debitore, una soluzione possibile per evitare il peggio. E’ questa in sintesi la situazione che oggi vive il nostro Paese, che ormai ha ceduto al sistema finanziario (Banche ed Npl) la Sovranità. In questo quadro abbiamo una politica silente e un paio di macchiette che di un problema serio ne fanno uno show, utile a farli diventare famosi nei social network. La denuncia arriva dal Presidente Nazionale di Confedercontribuenti, Carmelo Finocchiaro, che rilancia alla politica e alle forze Parlamentari, la proposta di fermare lo strapotere di un sistema che ormai, anche grazie ad una magistratura, spesso schierata, fa e disfà norme e condiziona con la sua forte azione lobbistica, l’autonomia dei Parlamentari della Repubblica.  Oggi servono scelte di equilibrio e sensate, fra sistema bancario e diritti dei debitori. Ecco perche’ bisogna mettere mano con autorevolezza alla questione  per contrastare il sistema “degenerato” delle banche, quello della industria della disgrazia e nello stesso tempo quello delle macchiette, che tentano di costruire la propria fortuna politica, con affermazioni e mai con fatti concreti. Il tutto per continuare a favorire un sistema bancario degenerato e che spesso opera in maniera illegale e solo per distruggere imprese e famiglie.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: