a
a
HomeConfedercontribuentiGarante della privacy, INPS risponda della violazione dei dati personali.

Garante della privacy, INPS risponda della violazione dei dati personali.

Quindici giorni per comunicare a tutti i diretti interessati le violazioni dei dati personali che si verificarono il primo aprile scorso, cioè nel click day, quando il sito dell’Inps venne preso d’assalto dai beneficiari delle misure di sostegno, previste dal Cura Italia. E’ questo il termine che il Garante della Privacy ha ingiunto all’istituto di previdenza, con un provvedimento pubblicato sul sito dell’authority. Il Garante, si legge nel testo, “ingiunge all’Inps di comunicare, senza ritardo e comunque entro quindici giorni dalla data di ricezione del presente provvedimento, le violazioni dei dati personali in esame a tutti gli interessati coinvolti“. E, inoltre, “richiede all’Inps di comunicare quali iniziative siano state intraprese al fine di dare attuazione a quanto prescritto nel presente provvedimento e di fornire comunque riscontro adeguatamente documentato ai sensi dell’art. 157 del Codice, entro il termine di 20 giorni dalla data della ricezione del presente provvedimento; l’eventuale mancato riscontro può comportare l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria” prevista.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: