fbpx
a
a
HomeNewsFedercontribuenti, “palliativi e insufficienti le misure del Governo su Equitalia”. Forse saranno approvate venerdi

Federcontribuenti, “palliativi e insufficienti le misure del Governo su Equitalia”. Forse saranno approvate venerdi

Le misure che il Governo si appresta a varare su Equitalia sono insufficienti e non sono risolutive dei problemi che stanno vivendo i contribuenti italiani alle prese con Equitalia. Dunque la lotta continua. Federcontribuenti, con una dichiarazione del suo Presidente, Carmelo Finocchiaro, giudica come dei veri e propri “palliativi” le due norme.   Le norme “apparentemente” serviranno ad ad evitare il blocco delle attività o al pignoramento del quinto dello stipendio.  In realtà imprese e contribuenti che stanno onorando il debito tributario, potranno consolarsi con pignoramenti più leggeri. Nel caso delle aziende o di società di artigiani, il decreto stabilirà che se Equitalia dovesse procedere al pignoramento di beni strumentali, il titolare ne venga nominato custode giudiziario.  Per gli stipendiati l’altra norma che aiuta i semplici contribuenti. Per tutelare il suo credito, Equitalia potrà procedere al pignoramento di una parte dello stipendio del contribuente se quest’ultimo non ha altri beni che possano garantire l’amministrazione fiscale. La norma prevede che possa essere pignorato un quinto dello stipendio. Le norme non affrontano ne i tempi della rateizzazione ne la gravissima questione inerente l’applicazione degli alti tassi d’interesse e delle sanzioni. Questo non aiuterà i contribuenti specie in tempi di crisi a potere assolvere ai propri debiti. La storia continua e i vessati italiani continueranno a subire senza potere esercitare alcuna legittima difesa.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: