Type to search

“Extra cashback” fino a 150 euro il regalo di natale del governo.

Share

Da redazione

Il governo ci invita a passare il Natale con pochi intimi, ma ci raccomanda di non tralasciare lo shopping per i regali.
E sono in partenza i regali del governo per i consumatori che non usano il contante per i loro pagamenti ma la carta di credito, il bancomat o una delle app degli smartphone recenti che sostituiscono il contante.
In settimana dovrebbe essere approvato il decreto attuativo del Ministero dell’economia per i bonus pensati per sostenere i consumi e, nello stesso tempo, incoraggiare all’uso della moneta elettronica. Nel 2021 e nel 2022 lo Stato spenderà 3 miliardi di euro all’anno per incentivare i pagamenti tracciabili.
La novità si chiama “extra cashback”, un bonus per chi spende almeno 1.500 euro pagando con bancomat o carta di credito, che dovrebbe partire proprio durante le prossime feste natalizie. Il 10% della somma spesa verrà restituito al consumatore accreditato direttamente sul suo conto corrente, per un importo che potrà arrivare fino a 150 euro.
Poi, da gennaio 2021, entrerà a regime l’operazione nel suo complesso. All’extra cashback di Natale, infatti, si aggiungeranno:
– il “cashback”, cioè un bonus corrispondente al 10% degli acquisti pagati con le carte elettroniche per un totale dai 1.500 euro in su ogni sei mesi, effettuando un minimo di dieci pagamenti. In un anno intero, pertanto, potranno essere incassati, in tutto, rimborsi fino a 300 euro;
– il “super cashback”, bonus di 3.000 euro che sarà corrisposto ai primi centomila cittadini che si registreranno sulla piattaforma per il tracciamento dei pagamenti elettronici. Per ottenere il super cashback sarà necessario eseguire un minimo di 50 pagamenti nel corso dell’anno.
In definitiva, il consumatore che si affretta a registrarsi potrà arrivare ad ottenere rimborsi sui propri acquisti pagati con carte di credito o bancomat fino a un massimo di 3.450 euro.
I bonus sono riservati ai maggiorenni residenti in Italia che spendono in quanto consumatori. Sono invece esclusi i pagamenti elettronici effettuati nell’esercizio
di attività professionali o imprenditoriali, come pure quelli con carte di credito aziendali.
Così come richiesto dai commercianti, particolarmente danneggiati dalle misure di contrasto al Covid 19, sono esclusi anche gli acquisti online.
Il primo passo da fare per i consumatori che intendono chiedere i bonus è di scaricare, da dispositivi PlayStore (Android) o App Store (iOS), l’app Io e registrarsi al programma cashback. L’app Io è la piattaforma per i servizi della pubblica amministrazione, alla quale si si accedere tramite SPID o Carta d’Identità Elettronica. Ad ogni utente registrato sarà associato un mezzo di pagamento elettronico e l’Iban sul quale effettuare i rimborsi.
L’orientamento del governo è di estendere il beneficio a tutte le tipologie di spesa, dagli alimentari alle medicine, dall’abbigliamento alle consumazioni in bar e ristoranti. Il decreto attuativo dovrà chiarire se, accanto ai massimi, c’è anche un plafond minimo di spesa per chiedere i rimborsi.

Tags: