Type to search

Estate 2021? In camper!

Share

Nonostante le difficoltà economiche causate della pandemia, con una forte riduzione del potere d’acquisto e le difficoltà di accedere al credito, gli aumenti delle imposte e del carburante/traghetti/pedaggi, il settore degli autocaravan non ha subito crisi: 5,7 milioni di turisti in Europa, di cui 900 mila circa solo in Italia. L’Italia è una meta ambita e richiesta; quest’anno, al momento, già un 10% in più rispetto all’anno scorso nel solo settore extra alberghiero. In tanti desiderano vedere e gustare le bellezze del nostro Paese

di Luca Gattuso *

Crociere, villaggi turistici, viaggi esotici, bici, moto, auto, treno, aerei? No, quest’anno si viaggia in camper/autocaravan.
Il camper conferma anche per quest’anno una tendenza in costante crescita. In tanti si approcciano con interesse verso questa tipologia di ‘turismo itinerante’. Sicurezza, mete non affollate, spirito di adattamento e libertà di movimento gli elementi attrattivi, a cui devono aggiungersi la possibilità di visitare luoghi immersi nella natura, tra monti e mare, vallate e laghi, i borghi più belli del Paese, senza vincoli di orari e di tempo.
Affascina gli sportivi, le famiglie con figli piccoli, le coppie anziane alla ricerca di un nuovo modo di vivere il tempo libero, in libertà, nella natura, senza dimenticare il comfort.
Nonostante le difficoltà economiche, a causa della pandemia, con una forte riduzione del potere d’acquisto e le difficoltà di accedere al credito, gli aumenti delle imposte e del carburante/traghetti/pedaggi, il settore degli autocaravan non ha subito crisi: 5,7 milioni di turisti in Europa, di cui 900 mila circa solo in Italia.
L’Italia è una meta ambita e richiesta; quest’anno, al momento, già un 10% in più rispetto all’anno scorso nel solo settore extra alberghiero. In tanti desiderano vedere e gustare le bellezze del nostro Paese.
Termometro dello stato di salute del settore è da sempre la fiera del Salone del Camper di Parma. primo a livello nazionale e secondo in Europa, che quest’anno si terrà a Fiere di Parma dall’11 al 19 settembre 2021. Un punto di riferimento per tutti gli appassionati che troveranno le migliori marche e i modelli più adatti alle proprie esigenze di viaggio. Nuovo, usato noleggio tutti dati in crescita. Una vacanza “en plein air”, a contatto con la natura e all’aria aperta, finalmente liberi da vincoli e costrizioni.
È importante, però, che le Autorità governative statali e locali, si rendano conto che questo è un turismo da intercettare e attenzionare, con un’accoglienza adeguata, creando aeree di sosta e camper service adeguati. Alcune Regioni, innovative e progressiste con una visione chiara del turismo itinerante, hanno già sviluppato offerte su misure per questa tipologia di turismo. Altre storcono il naso, molti Comuni alzano muri con divieti assurdi non omogenei alla normativa in vigore. Senza dimenticare che i tanti lavoratori in smart working, che senza aspettare le ferie, svolgono bene il loro lavoro con il pc a bordo del camper, i camperisti rappresentano una risorsa per il turismo destagionalizzato. Si reputa che ogni equipaggio spenda circa 200 euro al giorno nei luoghi in cui sostano.
L’Associazione Turismo Itinerante Amico e Solidale ha già sottoscritto dei protocolli d’intesa con alcuni Distretti Turistici per la valorizzazione dei territori, dell’offerta enogastronomica e educativa ambientale. In tale ottica, tanti Club Camper e Associazioni di categoria stanno adottando un codice etico che responsabilizzi i propri soci al rispetto dell’ambiente, del codice della strada per una vacanza responsabile.
Morale della favola: tutti in camper, in libertà e che i giorni tristi della pandemia siano gettati nell’indifferenziata.

*Referente Associazione Tias in Confedercontribuenti Turismo


Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *