Type to search

Dalle spugne nuovi modelli per costruzioni leggere e sicure

Avatar
Share

Di Daiana De Luca (Responsabile Comunicazione Confedercontribuenti)


Arriva dalle spugne, si avete capito bene, un modello per costruire edifici nuovi, più alti e sicuri, ma anche ponti e veicoli spaziali.

Un gruppo di ricercatori della Harvard John A. Paulson School of Engineering and Applied Sciences ha, infatti, dimostrato che la struttura scheletrica reticolare quadrata e rinforzata diagonalmente di Euplectella aspergilum, una spugna marina che si trova in acque profonde, ha un rapporto di resistenza/peso più elevato rispetto ai tradizionali modelli reticolari utilizzati in passato per la costruzione di edifici e ponti;  il risultato della ricerca è stato pubbicato in un articolo pubblicato sulla rivista Nature Materials.

 “Abbiamo scoperto che la strategia di rinforzo diagonale della spugna raggiunge la massima resistenza all’instabilità per una data quantità di materiale – ha detto Matheus Fernandes, uno studente laureato presso SEAS e primo autore dell’articolo – il che  significa che possiamo costruire strutture più forti e più resilienti riorganizzando in modo intelligente il materiale esistente all’interno della struttura”. Questo è uno dei tanti esempi di come il rapporto l’ingegneria aerospaziale e la forza-peso di una struttura siano di fondamentale importanza per la società civile. Questa geometria di ispirazione biologica potrebbe, infatti, fornire una valida e puntuale tabella di marcia per la progettazione di strutture più leggere e resistenti da utilizzare per un’ampia gamma di applicazioni. E chissà che non possano regalarci anche soluzioni più economiche.

Tags:

You Might also Like