Type to search

Share

Roma, 19 luglio 2016 – Nel 1992, nella giornata di oggi, un Uomo simbolo della lotta alla mafia, morì tragicamente; il giudice Paolo Borsellino assieme alla sua scorta fu ucciso in via D’Amelio.

“Per noi di Confedercontribuenti che ogni giorno lottiamo e perseguiamo per affermare le legalità è doveroso ricordare il giudice Borsellino che assieme al suo collega e amico Giovanni Falcone sono tutt’ora il simbolo della giustizia contro i tentacoli della mafia. Sono tentacoli molto lunghi che sembrerebbero avere radici ovunque. Proprio quei tentacoli avrebbero eliminato prima il giudice Falcone e dopo Paolo Borsellino. Per non lasciare invano ed inutile il loro lavoro non DOBBIAMO AVERE PAURA di continuare questa lotta che per noi di Confedercontribuenti è missione.” – interviene il presidente nazionale di Confedercontribuenti Carmelo Finocchiaro.

Confedercontribuenti supporta, come da statuto, con il valido supporto delle forze di polizia tutti i vessati dalla burocrazia e dalla criminalità accompagnandoli nella denuncia e nella ricerca della verità.

attentato-paolo-borsellino

Tags:

You Might also Like