fbpx
a
a
HomeIn primo pianoCon Greta e i ragazzi che vogliono difendere il pianeta. Grazie per la speranza che ci state regalando.

Con Greta e i ragazzi che vogliono difendere il pianeta. Grazie per la speranza che ci state regalando.

Questo movimento doveva nascere, non avevamo scelta. Sapevamo che c’è una crisi climatica in atto. Lo sapevamo perché le foreste in Svezia o negli Stati Uniti erano state decimate dalle fiamme. Lo sapevamo per il susseguirsi di alluvioni e siccità in Germania e Australia, per il collasso di iconici ghiacciai alpini e per lo scioglimento del permafrost nel Circolo Polare Artico, e così via. Lo sapevamo, perché i resoconti che leggevamo e le immagini che vedevamo gridavano che qualcosa di molto sbagliato stava accadendo. 

Nell’ epoca dei confini da difendere ci si mobilita per dire che i confini non esistono e che i problemi del mondo sono i problemi di ciascuno. In epoca di individualismo e competizione ci si mobilita per affermare che solo cooperando possiamo uscire dallo stallo. In epoca di paura e chiusura ci si mobilita per ribadire che la speranza nel domani è forte e vigorosa e che non c’è nulla che possa fermarla.

Grazie ragazzi per la speranza che ci state regalando e per essere scesi in Piazza oggi in tutto il mondo. E i ragazzi italiani sono stati in prima fila.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: