Type to search

Ci lascia attoniti Elisabetta II. Nel giorno della sua morte

Share

 

Come scrisse A. Manzoni a proposito di Napoleone Bonaparte, nel giorno della sua morte, “attonita la terra al nunzio sta”, così per Elisabetta II: non è possibile parlare di un personaggio tanto grande quanto controverso, se non dopo che abbia esalato l’ultimo suo respiro, quando tutto è compiuto.

Anna La Mattina

 

Sono passate poche ore dalla triste notizia della morte della Regina Elisabetta II del Regno Unito: sembrava che questo giorno non dovesse mai arrivare.

In un certo senso, la sua morte ci ha colti di sorpresa, nonostante l’avessimo vista, appena due giorni fa, incaricare la terza donna primo ministro Liz Truss. La Regina era apparsa più piccola del solito, insolitamente fragile… certo, ci fece capire che il suo tempo stava per scadere, ma nessuno, credo, osasse immaginare che ciò potesse accadere così presto.

È difficile scrivere un vero articolo giornalistico in questo momento, perché, con sorpresa, io stessa, critica della monarchia britannica, mi scopro con un filo di emozione di fronte a questa morte così importante, così carica di storia… ed anche carica di umanità: nel bene come nel male.

Tutto ciò merita rispetto… comunque.

Dentro i suoi 96 anni e dentro il suo modo di avere guidato la Monarchia Britannica e la storia del ‘900, che con lei si chiude definitivamente.

Noi non sappiamo che piega prenderà la monarchia, da questo momento in poi, con Re Carlo III, ma molte cose e fatti lasciano presagire come i tempi cambiano e la monarchia di Carlo, sicuramente non sarà quella della madre.

Il suo regno è macchiato di una serie di fatti incresciosi, che trova il suo apice nella vita sentimentale di suo figlio Carlo e dei suoi matrimoni, ma soprattutto della morte di Lady Diana, che forse oggi, sarebbe stata la regina consorte… con uno stile di sicuro impatto.

È molto strano pensare che proprio l’ombra dentro il matrimonio di Diana e Carlo, oggi sia regina consorte… fa un certo effetto! Credo che la Regina Elisabetta abbia delle responsabilità circa la vita sentimentale di Carlo III, e la cosa avrà conseguenze sul futuro della Monarchia Britannica… lo si vedrà a breve.

Tuttavia, Lei è stata una donna completa e punto di riferimento per il suo popolo… e non solo: lo fu anche per il mondo intero, nei suoi sette decenni di regno.

R.I.P. Queen Elizabeth! Oggi se ne va un mito…una colonna portante dell’ultimo secolo, a cavallo tra il rivoluzionario Novecento e le novità del Duemila.