fbpx
a
a
HomeIn primo pianoArtiste ed Artigiane eclettiche: l’eccellenza di Sabrina Arena e Rosanna Bartilotti

Artiste ed Artigiane eclettiche: l’eccellenza di Sabrina Arena e Rosanna Bartilotti

di Rosanna La Malfa

L’idea è stata Portare l’Arte a spasso. Potete raccontarci chi siete e cosa fate?

Siamo due grandissime amiche che si occupano di moda esclusiva, un’amicizia che dura da 22 anni e grazie alla nostra reciproca passione per l’arte si è consolidata anche professionalmente.


Ognuno di voi due ha un percorso di lavoro e di vita differente: come si sono intersecati e hanno fatto nascere la realtà A spasso con gli Artisti?
Il progetto di “a spasso con gli artisti” è nato quasi per gioco.
Un giorno Rosanna ha pensato di rinnovarsi una vecchia borsa, ed essendo una pittrice ha avuto l’idea, che in seguito si é rivelata vincente, di eseguire un famosissimo quadro di Klimt “L’albero della vita”.
Quando io vidi il risultato, le chiesi, se poteva dipingerne una anche per me. Lei ridendo mi rispose di no e sempre scherzando mi disse che ero io l’artista tra noi due e che potevo farmela da sola. Accettai la sfida ed equipaggiata di pennelli e colori, cominciai ed in breve finii il mio primo dipinto su borsa “La signora col ventaglio”, anch’esso di Gustav Klimt.
Capii subito dalla reazione delle amiche e da chi ci circondava che l’idea era buona e che poteva nascere qualcosa di bello ed unico. Questo fu il concepimento del nostro progetto che pochi mesi dopo  fu registrato col marchio “a spasso con gli artisti


Riusciresti a descrivere con una frase l’essenza del lavoro che fate ogni giorno?
Come può descriversi un’essenza?
Come può sentirsi il profumo della passione?  È un fluido dolce/amaro.
Un effluvio pungente che arriva prepotente e si lenisce solo dopo aver completato un’opera. Ecco, posso definirla cosi.


“Il futuro è l’artigianato: il lavoro non si cerca, si crea”

La dedizione al proprio lavoro, la qualità dei materiali utilizzati, provenienti esclusivamente da aziende italiane, la cura dei dettagli, sono scelte che un artigiano che vuole differenziarsi deve compiere. È una sfida. Accessori dipinti a mano, rivolti a donne che hanno stile, appassionate di Arte è lavoro artigianale. Abbiamo tutto creato passo dopo passso: dai primi fallimenti, ma soprattutto dalle tante vittorie e soddisfazioni.


Qual è il vostro artista o i vostri artisti preferiti e perché?
Non ho personalmente un pittore preferito. In ognuno di quelli di cui ho riprodotto un quadro, ho trovato qualcosa che toccava in maniera profonda le mie note più intime. Che sia un determinato colore, o delle particolari pennellate. È un tutt’ uno, l’anima dell’Arte. Posso solo dire che mi viene più semplice, forse per la tecnica e solo per essa, omaggiare Tamara de Lempicka, per il resto è come ho detto prima.
Rosanna ami i colori della nostra terra i contrasti delle tinte cromatiche, i giochi delle volute, le maschere grottesche, per questo predilige il lavoro dei grandi carrettisti siciliani. La sua incontenibile verve trova il suo spazio nelle gradazioni calde e violente della Sicilia.


Artigiani sempre più vicini al digitale. È così? La vostra esperienza?

Sì, per tutto ciò che riguarda la visibilità del nostro brand. Per tutto il corredo che veste in maniera impeccabile il nostro prodotto. Un prodotto artigianale portato online ha maggiore risonanza. Le persone sono sempre più attente a ciò che acquistano. Un prodotto artigianale è unico ed esclusivo, è fatto a mano dall’inizio alla fine, è fatto da una persona che è innamorata di quello che fa, può essere personalizzato e non fatto in serie, sostiene le realtà locali, incoraggia a coltivare le tradizioni, è energia, è trasparenza, educa il mondo. Il web e i social network, e quindi tutto il digitale, riescono a trasmettere questo messaggio di business e marketing etico, amplificandolo.


Prossimi progetti? Volete lasciare un messaggio entusiastico ai lettori di #QdC?

Abbiamo diversi progetti e molte idee innovative in cantiere. Bisogna sempre andare oltre, sperimentare nuove tecniche,  collaborare con nuovi maestri. Al momenti siamo orientate verso artisti contemporanei della nostra terra. Perché vogliamo esprimerla non solo come si fa comunemente. Ormai è quasi ovvietà dipingere fichi d’india, Etna e paladini. Noi la nostra terra vogliamo esaltarla con la forza, con la passione ed l’estro dei veri artisti siciliani. Due i grandi nel nostro mirino con cui stiamo collaborando. Non dico altro per scaramanzia. Certo è che siamo isolane: ci impegnamo con l’energia ogni giorno, di ieri, oggi e domani perché solo chi crede nei propri sogni arriva in alto…


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: