Type to search

Amato teatro: Ascanio Celestini su covid, Libertà e diritti civili

Share

Ancona.- È in linea da questa mattina , lunedì, 15 marzo sul sito amarsiunpo.co lo speciale “Amato teatro” dedicato al teatro e al lavoro dell’AMAT in questa pandemia con una lunga videointervista al direttore Gilberto Santini e all’attore Ascanio Celestini.

Amarsi un po’. Per uscirne vivi, uniti, migliori” (amarsiunpo.co NDR: .co, senza “m” finale) è un’iniziativa realizzata dalla non profit CILD, Coalizione Italiana per le Libertà e i Diritti civili  rete di organizzazioni per la sensibilizzazione e la tutela dei diritti, con associati in tutta Europa. Ogni settimana il portale amarsiunpo.co propone videointerviste, subito rilanciate da altri importanti siti, che fanno emergere la reattività di quella parte della società civile che, con il suo lavoro “rappresenta un patrimonio collettivo capace di dare speranza al presente e di guardare con fiducia al futuro”.

In “Amato teatro” Gilberto Santini e Ascanio Celestini – che, con Radio Clandestina allo Sperimentale di Pesaro a mezzanotte e un minuto dello scorso 15 giugno, fine del primo lockdown, ha per primo in tutta Italia riaperto al pubblico i teatri – raccontano quest’anno difficile e sfidante.

Corredato dalle preziose immagini del videomaker Francesco Alesi girate appositamente durante gli appuntamenti di Amato Teatro a casa tua nei teatri di Fano e di Fabriano, il dialogo percorre ricordi, emozioni e prospettive. Dall’incredulità per qualcosa che nessuno avrebbe potuto immaginare e a cui eravamo totalmente impreparati, alla chiusura dei teatri, dal confidare in una ripresa di lì a poco reinventandosi per sé stessi e per il pubblico giorno dopo giorno, all’euforia della riapertura, alla preoccupazione per la seconda (e attuale) lunga sospensione delle attività.

Nella efficace sintesi di un anno, il dialogo converge sulla assoluta necessità sociale, oltre che culturale, di tenere il teatro vivo e aperto pur a “teatri chiusi”. E in questo si fa spazio con forza la visione lucida del bisogno per artisti e organizzatori di riportare il centro di tutto, in modo pragmatico e creativo, sul pensiero. “Per poter immaginare – dice Santini – quelle soluzioni che ancora non abbiamo”.

Amato teatro”, realizzato da CILD, è visibile da oggi (lunedì 15 marzo) al link https://amarsiunpo.co raggiungibile anche dal sito amatmarche.net


Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *